Per combattere obesità e osteoporosi nell’età adulta i bambini dovrebbero mangiare verdure a foglia verde e ortaggi gialli, come zucche o carote. L’indagine, pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition, è di Karen Wosje e colleghi del Cincinnati Children's Hospital Medical Center.
L’obiettivo dello studio era identificare i pattern alimentari che favoriscono lo sviluppo osseo senza accrescere allo stesso tempo la massa grassa. L’obesità e l’osteoporosi, infatti, hanno le loro radici nell’infanzia, e dipendono dall’alimentazione e dai livelli di attività fisica. Sono state quindi osservate nel corso di quattro anni le caratteristiche di 325 bambini nella fascia di età tra i 4 e gli 8 anni. I dati sono stati analizzati con tecniche statistiche in grado di correggerli per le variabili notoriamente influenzanti la massa ossea quali gruppo etnico, sesso, altezza, peso, dell’introito calorico, apporto di calcio, attività fisica e sedentarietà. Ogni anno sono state misurate la massa grassa e ossea mediante densitometria ossea (DEXA).
Si è scoperto che – a parità di apporto di calcio, calorie, attività fisica ecc. -  un buon apporto di verdure verdi e gialle è correlato sia a una bassa adiposità che a un grado elevato di massa ossea, mentre l’assunzione di elevate quantità di carne trasformata (insaccati ecc.)  si associa a una buona massa ossea. Vi è una relazione diretta tra introito di fritti e adiposità, anche a parità di introito calorico; in parole povere, molti cibi fritti si associano a molta massa grassa.  
Gli Autori ipotizzano che l’effetto protettivo dei vegetali sulla massa ossea possa essere dovuto al loro contenuto in minerali ad azione debolmente alcalinizzante; l’elevato apporto proteico - notoriamente stimolante la formazione di massa ossea - potrebbe spiegare l’effetto favorevole delle carni trasformate. Più complessa la spiegazione della relazione tra cibi fritti e adiposità, per la quali gli Autori ipotizzano fattori ormonali non meglio identificati in grado di favorire l’adipogenesi.
Gli autori dello studio auspicano quindi che i bambini adottino, già in età prescolare, oltre a una dieta ricca in calcio e a uno stile di vita attivo, un’alimentazione ricca di verdure gialle e a foglia verde scuro, e povera in fritti. Sconsigliabile invece l’assunzione di eccessive quantità di insaccati a causa del loro elevato tenore in grassi saturi e sodio.

Fonte:
Dietary patterns associated with fat and bone mass in young children. Wosje KS, Khoury PR, Claytor RP, Copeland KA, Hornung RW, Daniels SR, Kalkwarf HJ. Am J Clin Nutr. 2010 Aug;92(2):294-303.