L’attivita’ fisica da anziani danneggia l’organismo?


Tante persone anziane (oltre i sessantacinque anni d’età) sono convinte che l’ attività fisica vada praticata soltanto da giovani perché dopo i sessant’anni è impossibile trarne dei benefici, anzi può addirittura essere pericolosa. Ma allenarsi in terza età può davvero comportare dei rischi per la salute? Fare attività fisica in modo costante durante la giovinezza favorisce senza dubbio il benessere dell’organismo, oltre che prevenire tantissime malattie, ma è possibile ottenere dei benefici anche se ci si allena in una fase più avanzata della vita. Pertanto, la convinzione che fare attività fisica dopo i sessantacinque anni faccia male e sia pericoloso è del tutto priva di fondamenta scientifiche .

La verità scientifica:

  • Abbandonare la sedentarietà
    Anche l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda agli over 65 di praticare attività fisica almeno 150 minuti a settimana - ottimali 300 - e, in generale, di adottare uno stile di vita attivo in funzione delle proprie condizioni e abilità fisiche. Queste linee guida non vogliono tradursi necessariamente nell’iscrizione in palestra: sono sufficienti anche altre attività, per esempio fare delle passeggiate , dedicarsi al giardinaggio o anche solo giocare con i nipotini.
  • Benefici dell’attività fisica dopo i 65 anni
    Studi scientifici dimostrano che gli anziani regolarmente attivi, in confronto a quelli che conducono una vita sedentaria, hanno una minor probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari , osteoarticolari , diabete mellito , depressione e limitazioni funzionali di vario tipo. Se si comincia a fare esercizio fisico dopo una vita da sedentari occorre iniziare gradualmente : prima a bassa intensità e progressivamente, in base al proprio grado di allenamento, con un’intensità più sostenuta.
  • Invecchiare attivamente
    L’attività fisica regolare aiuta a rallentare il processo di invecchiamento dell’organismo e, in generale, migliora la qualità della vita. Tuttavia, il solo esercizio non basta per mantenersi giovani e in salute ! Anche in questo caso l’alimentazione ricopre un ruolo chiave, in quanto una dieta ricca di antiossidanti aiuta a combattere l’azione dannosa dei radicali liberi . Scarica questo programma alimentare che dispensa gratis gustosi menu ricchi di nutrienti protettivi con funzione anti-age.

Ricorda:

L’attività fisica costante regala sempre benefici, a prescindere dall’età, ma occorre sempre fare attenzione a non caricare troppo le articolazioni delle ginocchia e delle anche. Se poi la si abbina a una dieta ricca di antiossidanti, l’effetto benefico sarà ancora maggiore!

Collaborazione scientifica Dott.ssa Carolina Poli , dietista specializzata in Alimentazione e Nutrizione Umana.


Attività promozionale cofinanziata con fondi comunitari dal PSR Lombardia 2014-2020 operazione 3.2.01