Mangia rosso: fa bene al cuore e mantiene giovani

Il colore rosso è simbolo di energia e forza. È il colore della passione per eccellenza, ma anche della vitalità e del successo. Mangiare cibi di colore rosso contribuisce a ritrovare la fiducia in sé stessi e ad allontanare la depressione. Ma dietro a questo colore si nascondono altre virtù: gli alimenti rossi sono fondamentali nella prevenzione delle malattie più diffuse. La frutta e verdura rossa contiene licopene e antociani, antiossidanti molto diffusi nel mondo vegetale. Gli antiossidanti noti per contrastare i radicali liberi sono numerosi e ciascuno ha funzioni più o meno specifiche, inoltre, i diversi vegetali ne possono fornirne quantità più o meno abbondanti, a seconda del terreno dove sono stati coltivati, di come sono stati conservati e di come vengono consumati (crudi o cotti in diverso modo). È grazie alla forte presenza di questi antiossidanti che possiamo definire la frutta e verdura rossa una grande fonte di benessere.

Proprietà del rosso vegetale
Il colore rosso su frutta e verdura segna la presenza di licopene e antociani. Questi antiossidanti svolgono un’azione protettiva nei confronti di cuore e sangue, come a testimoniare che il “rosso genera rosso”.
Il licopene, un carotenoide che dona colore rosso, si trova in grandi quantità nel pomodoro maturo e in quantità minori in altri vegetali come il melone e il pompelmo rosa. Al licopene si attribuisce un ruolo importante nella prevenzione in senso generale, tuttavia, per il suo forte potere antiossidante e antiinfiammatorio, sembra agire in particolare contro la degenerazione delle pareti delle arterie (placca ateromasica). La placca rappresenta il principale fattore di rischio per disordini vascolari tra cui l’infarto e altre arteriopatie. Non solo. Il licopene, come gli altri carotenoidi (precursori della vitamina A), è importante per il corretto funzionamento della vista e per proteggersi dalle infezioni. Non bisogna dimenticare, inoltre, che è utile per stimolare l’abbronzatura della pelle.
Gli antociani,
dei flavonoidi che donano un colore che dal rosso può arrivare a blu, sono un altro tipo di antiossidanti, appartenenti alla famiglia dei flavonoidi (pigmenti idrosolubili) e sono molto presenti nei frutti di bosco, nelle ciliegie e nell’uva (e di conseguenza anche nel vino). È agli antociani che sono attribuite le proprietà di questi frutti di svolgere un effetto protettivo sulle pareti dei piccoli vasi, come i capillari, rappresentando un valido aiuto in caso di fragilità capillare.
Licopene e antociani sono in grado di reagire contro i radicali liberi in eccesso contrastandoli e riducendo così i danni che queste molecole possono provocare alle cellule ed ai tessuti. È proprio grazie al loro potere antiossidante che queste sostanze rallentano i vari processi di invecchiamento e limitano i danni cellulari provocati da scorretta alimentazione, sport eccessivo, inquinamento e stress.

Proprietà dei cibi rossi più diffusi
Il consumo regolare di cibi rossi, oltre a garantire l’assunzione di licopene e antociani, permette di fornire all’organismo anche altri componenti dotati di altre proprietà benefiche. Ecco alcuni esempi:

  • Fragole e arance rosse sono, tra i frutti rossi, quelli più ricchi di vitamina C, mentre ciliegie e amarene hanno un elevato contenuto di vitamina A. Queste vitamine sono utili non solo per proteggere il cuore, ma in generale per la salute di tutto l'organismo, compreso il sistema immunitario.
  • I lamponi e i ribes, grazie alla loro composizione in vitamine e sali minerali, sembrano avere proprietà diuretiche, rinfrescanti e depurative, la capacità quindi di eliminare le sostanze nocive (tossine) che si accumulano nell’organismo.
  • L’anguria rappresenta un aiuto naturale contro le malattie cardiache anche grazie alla citrulina. Il basso indice glicemico e l’elevato contenuto di acqua, la rendono ideale anche nei casi in cui si voglia controllare il peso corporeo.
  • I pomodori sono i maggiori fornitori di licopene e sono ricchi di acqua e fibra, tutti elementi utili nella prevenzione cardiovascolare.
  • Le barbabietole rosse, o rape rosse, contengono una sostanza chiamata betaina, utile per proteggere i vasi sanguigni dalle placche che possono ostruire le arterie e creare gravi problemi cardio-circolatori.
  • I peperoni rossi sono a bassissimo apporto calorico, ricchissimi di vitamina C (4 volte di più dei pomodori) e di fibra, pertanto aiutano a mantenere il corretto peso corporeo, fondamentale per il benessere del cuore e dei nostri vasi.
  • Le lenticchie e i fagioli rossi sono una ricca fonte di proteine di origine vegetale e apportano aminoacidi simili a quelli della carne. Se consumati insieme ai cereali possono sostituire saltuariamente secondi di carne. Sono anche un'importante fonte di fibre.
  • L’uva rossa contiene nella sua buccia il resveratrolo, un antiossidante che funge da antiaggregante piastrinico e fluidificante del sangue. Il vino rosso mantiene in parte queste proprietà, per questo ne viene consentito un moderato consumo.
  • Il peperoncino rosso ha delle proprietà vasodilatatrici e anticolesterolo ormai riconosciute in ambito scientifico. Ad esse si aggiunge l'azione della vitamina PP che rende elastici i capillari e della vitamina E che aumenta l'ossigenazione nel sangue. Per questi motivi il peperoncino è utilissimo per la prevenzione e la cura dell'arteriosclerosi.

Come consumare vegetali rossi
Secondo le linee guida per una sana e corretta alimentazione, è consigliabile introdurre ogni giorno 5 porzioni tra frutta e verdura, variandone la qualità, per consentire:

  • Un corretto apporto di fibra (utile per la funzionalità intestinale e per modulare correttamente l’assorbimento dei nutrienti)
  • Una quantità adeguata e molto vasta di vitamine e antiossidanti (utili per il benessere dell’organismo) che contribuisca in gran parte al fabbisogno giornaliero.

I cibi di colore rosso acceso andrebbero consumati nella prima parte della giornata per conferire forza ed energia:

  • Una bella spremuta di arance rosse alla mattina per iniziare la giornata piena di energia.
  • Sugo di pomodori freschi per condire la pasta o il riso a pranzo, magari con una spolverata di peperoncino insieme a un secondo piatto e altre verdure.
  • Fragole, ciliegie oppure ravanelli utilizzati come possibili spuntini a metà mattina o metà pomeriggio per stuzzicare la fame senza apportare troppe calorie.

Andando verso la notte, invece, dobbiamo ridurre le energie, il rosso si affievolisce, quasi a conciliarsi con il sonno:

  • Lenticchie rosse da abbinare a zuppe di cereali per restare leggeri e assumere proteine vegetali.
  • Barbabietole rosse insieme ad altre verdure come contorno.
  • Mela o prugna tra la frutta per concludere la giornata.

Va inoltre ricordato che con pomodori, lenticchie, peperoni rossi ed anche fragole, ribes, lamponi si possono preparare gustosissimi condimenti per pasta e riso, oltre a pappa con il pomodoro, zuppe e passati.
Per rendere un primo ancora più saporito e raggiungere più facilmente il fabbisogno nutrizionale della giornata, è consigliabile una spolverata di Grana Padano DOP al posto del sale che oltre al sapore integra il piatto di proteine ad alto valore biologico, minerali come calcio e zinco e vitamine come la A e quelle del gruppo B in particolare la B12.

Condividi su

Menu personalizzati Menu personalizzati

Iscriviti per ricevere i nostri menu, composti da 5 pasti per ogni giorno della settimana, personalizzati per te secondo i canoni della sana e corretta alimentazione.

Vai
Rallentare l'invecchiamento Rallentare l'invecchiamento

La tua alimentazione e il tuo stile di vita sono corretti per rallentare l'invecchiamento? Fai il TEST e scopri il tuo punteggio.

Vai
Strumenti per la classe medica Strumenti per la classe medica

Sono disponibili: il software gratuito per le anamnesi alimentari, alcune pubblicazioni per l’educazione alimentare dei pazienti, i manuali per una corretta alimentazione e un sano stile di vita, e molte schede con indicazioni nutrizionali per diverse patologie.

Vai