I sali minerali sono sostanze inorganiche (non per forza “sali”), che non possono essere sintetizzate da nessun essere vivente, e devono pertanto essere assimilate attraverso il nutrimento.
I sali minerali sono detti anche minerali essenziali, perché svolgono un ruolo fondamentale nella vita non solo di esseri umani ed animali, ma di tutti gli esseri viventi, in quanto, per esempio, componenti di sangue, clorofilla ed enzimi per la sintesi delle proteine, e costituenti strutturali per lo sviluppo di diversi organi e tessuti, quali denti e ossa.
Costituiscono circa il 6% del nostro peso corporeo e devono essere costantemente reintegrati, in quanto il nostro corpo li elimina costantemente attraverso feci, urina e sudore.


Macroelementi, microelementi, oligoelementi e loro fabbisogni
Questa suddivisione dei sali minerali rispecchia i quantitativi necessari al nostro organismo:
- Macroelementi: Calcio, Fosforo, Magnesio, Sodio, Potassio e Cloro.
Il fabbisogno giornaliero è superiore ai 100 milligrammi.
- Microelementi: Ferro, Rame, Zinco, Fluoro, Iodio, Selenio, Cromo e Cobalto. Il fabbisogno giornaliero si attesta tra 1 e 100 milligrammi.
- Oligoelementi: Bromo, Cromo Nichel, Litio, Silicio, Stagno, etc.
Non essendo essenziali, sono presenti solo in tracce all’interno del nostro corpo.


Le funzioni principali di alcuni sali minerali

  • Sodio: Svolge un'azione di protezione dell'organismo contro eccessive perdite idriche.

  • Potassio: è importante per preservare la salute dei tessuti nervosi e muscolari, incluso il muscolo cardiaco.

  • Calcio: è un fondamentale elemento, insieme alla vitamina D, di struttura di ossa e denti e influenza il corretto funzionamento di cuore, muscoli e nervi. Un inadeguato apporto di Calcio può determinare osteoporosi.

  • Fosforo: è un elemento strutturale di ossa e denti, e agisce in sinergia con il Calcio.

  • Magnesio: influisce sulla contrazione dei muscoli (compreso il cuore) e favorisce il depositarsi di calcio e fosforo in ossa e denti.

  • Ferro: è un costituente dei globuli rossi presenti nel sangue, e una sua carenza provoca anemia.
- Rame: come il Ferro, è un costituente fondamentale che interviene nella produzione di sangue.
  • Iodio: È un componente fondamentale degli ormoni che regolano la tiroide.

  • Selenio: protegge le cellule dai danni dell'ossidazione e ostacola la formazione dei radicali liberi, agendo insieme alla vitamina E.
  • Zinco: è importante per l’accrescimento, le funzioni della prostata, insiste sul sistema immunitario, e la guarigione delle ferite, è un potente antiossidante, è necessario nella sintesi proteica e nella formazione del collagene.

FORSE NON SAPEVI CHE...
- I sali minerali, al contrario delle vitamine, non si alterano né si disperdono durante la cottura o il riscaldamento dei cibi, anche se, naturalmente, in parte possono disperdersi nell’acqua di cottura.
- I sali minerali vengono assimilati dal nostro organismo attraverso l'acqua e gli alimenti, compreso i condimenti, come nel caso del  sale da cucina.
- La quantità di sali minerali introdotta nel nostro organismo spesso non coincide con quella effettivamente assorbita ed utilizzata dal nostro corpo (biodisponibile).