Scuola: 10 consigli per rinforzare memoria e concentrazione

Scuola: 10 consigli per rinforzare memoria e concentrazione

Quando ricomincia la scuola, dopo i mesi estivi trascorsi con la famiglia e gli amici a divertirsi e a rilassarsi, bisogna riprendere con lo studio e la giusta concentrazione per cominciare bene il nuovo anno scolastico.
Soprattutto nelle prime settimane di scuola risulta ancora più difficile trovare la giusta concentrazione per studiare. Si è distratti da tanti stimoli come i messaggini sui social o sul cellulare, la televisione in lontananza, i rumori dell’esterno. Distrazioni che ci sono quasi sempre, ma che all’inizio dell’anno scolastico, ci allontanano dai doveri e dai programmi che dobbiamo fare per ottenere il massimo profitto dallo studio. La concentrazione e la memoria sono armi infallibili quando si parla di metodo di studio; sono i migliori alleati se si vuole arrivare preparati per gli impegni scolastici. Come fare quindi per rinforzare la memoria e la concentrazione?

10 piccole, grandi raccomandazioni

Ognuno di noi ha le sue abitudini, ma famosi scrittori ci dicono che il lavoro intellettuale migliora se ci si danno delle regole come cita una famosa frase: prima d’iniziare a scrivere metti in ordine la tua scrivania. La scrivania è una metafora dell’ordine mentale, allontanare i pensieri inutili per concentrarsi su ciò che conta, compreso l’ambiente in cui lavoriamo.

  1. Cercare una posizione comoda e adeguata per leggere, prendere appunti, scrivere al computer, quindi non sdraiato su un letto o un divano, perché gli spazi giusti sono fondamentali per mantenere la concentrazione.
  2. Spegnere cellulari, televisione, radio e altri dispositivi elettronici. L’abitudine di studiare tra una pubblicità e un'altra non è una buona abitudine. Per qualche ora si può fare a meno di social e mass media.
  3. Organizzare una tabella di marcia. Oltre a pianificare le ore da dedicare alle singole materie da studiare, regolare anche le pause: spuntino, merenda, riposino, o una passeggiatina all’aria aperta.
  4. Trovare le giuste motivazioni. Darsi degli obiettivi come arrivare alla fine del capitolo, fino alla pagina x. Motivarsi pensando a un bel voto al quale si potrà associare un premio.
  5. Variare i metodi di studio. Quando si agisce sempre allo stesso modo il cervello si abitua, e facendo cose a cui è abituato tende a distrarsi. L'ideale è studiare materie diverse con approcci diversi, in modo tale da tenere la tua mente in continuo allenamento.
  6. Studiare iniziando dalle materie più complicate e finire con quelle più piacevoli. Scrivere riassunti, rielaborare quanto si è appena letto aiuta a strutturare e schematizzare, in sostanza si aumenta l'efficacia dello studio.
  7. Prendere appunti mentre l'insegnante spiega, così a casa si può leggere libro e appunti, e su un quaderno integrare le due cose. Servirà per rileggere i concetti magari evidenziando le parole principali per ripetere.
  8. Fare delle pause permette al cervello di mettere in memoria ciò che si è studiato, ma soprattutto significa relax, cioè allentare la presa (muscoli e sistema nervoso). Le pause devono essere brevi ma servono per ricaricare le energie e possono essere occupate anche da un riposino.
  9. Fare spuntini e merende , sono piccoli pasti che servono a ricaricare l’organismo dell’energia necessaria per giungere al pasto principale. Una merenda efficace comprende carboidrati che sono il carburante principale del cervello.
  10. Dedicarsi alle pause o alle merende per 10 o 15 minuti, lasciando completamente libri e computer, godetevi il relax.

8 cibi e consigli alimentari per il cervello

Anche l’alimentazione riveste un ruolo fondamentale per stimolare la concentrazione e la memoria. Evitare cibi ipercalorici con molti grassi che richiedono un notevole impegno da parte della digestione e che quindi favoriscono la sonnolenza. Gli spuntini sono utili per ricaricarsi d’energia, ma il sistema nervoso deve essere alimentato costantemente da una regolare ed equilibrata alimentazione che possa aiutare il cervello , la memoria e la concentrazione. Ovviamente non bisogna dimenticare l’importanza delle proteine, elemento fondamentale per la salute.

  1. Colazione del mattino. L’errore più comune per perdere la concentrazione e agevolare la sonnolenza è certamente non fare la colazione del mattino . Una colazione a base di pane e marmellata, latte o yogurt, oppure salata sostituendo il latte e lo yogurt con Grana Padano è fondamentale per caricarsi dell’energia necessaria per affrontare le fatiche della scuola.
  2. Pesce azzurro. Le proprietà del pesce nel migliorare la memoria sono ben note e non rappresentano solo un luogo comune. Il contenuto di acidi grassi fondamentali per il sistema nervoso, come gli Omega-3 e tra questi il (DHA) presente nella maggior parte dei pesci, sono essenziali per la corretta funzione neuronale ( vai al video ) e possono aiutare a incrementare la concentrazione utile per studiare in modo più efficiente.
  3. Frutta secca . Come il pesce, la frutta secca come ad esempio mandorle, pistacchi e noci contengono alti livelli di acidi grassi essenziali che aiutano il cervello a funzionare in modo ottimale. Le noci contengono inoltre una buona quantità di ferro che fornisce ossigeno al cervello e aumenta la prontezza mentale e la capacità di immagazzinare le informazioni. La frutta secca rappresenta un ottimo spuntino sano ed energetico.
  4. Cereali integrali . Mangiare troppi carboidrati raffinati, come il pane bianco e la pasta può portare a sonnolenza e lentezza mentale, nemici dello studente. Pertanto, scegliere i cereali integrali può determinare l’effetto contrario ovvero potenziare la memoria.
  5. Frutta. La frutta, ricca di acqua, sali minerali e vitamine aiuta a migliorare le abitudini di studio e il rendimento scolastico. Non solo, contiene anche antiossidanti che migliorano la funzionalità della memoria. La frutta può essere utilizzata come spuntino. In particolare la mela ricca di quercitina e i frutti rossi ricchi di antocianine che hanno effetti significativi sulla salute e le funzioni del cervello. Inoltre riducono il livello di tossine nel flusso sanguigno, e contengono anche fitonutrienti e antiossidanti che favoriscono il flusso di sangue al cervello e migliorano l'attività neurologica.
  6. Verdura . Anche le verdure sono ricche di sali minerali, vitamine e antiossidanti. In particolare le verdure crocifere (broccoli, cavoli e cavoletti…) sono considerate un cibo alleato della memoria. Questo perché contengono un'elevata quantità di acido folico, che previene l'invecchiamento mentale e favorisce lo sviluppo delle potenzialità mnemoniche del nostro cervello.
  7. Cioccolato fondente . Il cioccolato, in particolare il cioccolato fondente ha numerosi effetti benefici sul nostro organismo e può aiutare a sviluppare le capacità di apprendimento. Il cioccolato agisce a livello dell’umore dando la giusta carica per continuare una sessione di studio intensa.
  8. Legumi . I fagioli, i ceci e le lenticchie contengono notevoli quantità di proteine e di acido folico che alimentano il cervello aiutano a ricordare le informazioni e permettono di studiare più velocemente senza appesantire.