Calcola gli alimenti per porzione

Calcola gli alimenti per porzione

CONSIGLIO

La quantità di un pasto s’identifica con la porzione, la cui quantità si misura in grammi per gli alimenti solidi e in millilitri per quelli liquidi. Impara a misurare le porzioni dei tuoi pasti.

Tutti gli alimenti possono essere mangiati, non esistono alimenti proibiti se non in presenza di allergie, intolleranze o determinate patologie (in questi casi potete consultare questo settore ). Per tutelare la nostra salute è bene che i bisogni nutrizionali dell’organismo siano soddisfatti pertanto vi sono alcuni cibi che è consigliabile assumere in quantità e con frequenza giornaliera o settimanale minima. La quantità è la cosiddetta porzione, termine che si usa quando ci si riferisce a cibi solidi mentre per quelli liquidi il termine che definisce la quantità è  il bicchiere. Però non è sempre così semplice identificare in grammi o centilitri una “porzione” o un “bicchiere”. Per la corretta ed equilibrata alimentazione è importante determinare la tipologia di alimento (carne, pesce, formaggio, verdura, frutta ecc.) e la quantità consigliata per porzione che varia da persona a persona per sesso, età e attività fisica svolta. Le indicazioni delle tabelle che seguono (Tabelle SINU - Società Italiana di Nutrizione Umana) rappresentano la quantità media, partendo dalla quale è possibile definire le necessità di ciascuno anche in base ai nutrienti che la porzione apporta : carboidrati , proteine , grassi , vitamine e minerali .
Per conoscere le necessità energetiche e le calorie che dovreste assumere nella giornata potete entrare nel programma “ Calorie & Menu ”. Se invece volete sapere  come fare per perdere peso potete iscrivervi al programma  “ La Dieta del Grana Padano ” un vero percorso che, oltre ai menu previsti dalla dieta, prevede anche un piano di attività fisica.

Come identificare la quantità della porzione senza la bilancia

Quando si preparano i pasti in casa, e non si è in grado di valutare a occhio peso e volume degli alimenti è possibile ricorrere alla bilancia che elimina ogni dubbio. Il problema si pone invece quando queste valutazioni dobbiamo farle con il pasto al bar o al ristorante.
In questi casi ci vengono in aiuto le unità di misura pratiche che si ottengono utilizzando semplici strumenti sempre presenti a tavola o in cucina: cucchiaio, cucchiaino, bicchieri, ciotole, piatto; tali strumenti sono molto utili come ad esempio per l’olio. È dimostrato che utilizzando l’oliera o la bottiglia si consuma molto più olio che dosandolo con un cucchiaio o un vaporizzatore da tavola .

  • Un cucchiaio contiene 10 g di prodotto, nel caso dell’olio quindi 90 Kcal, un cucchiaino ne contiene 5 g ovvero 45 Kcal.
  • 10 spruzzi del vaporizzatore rappresentano un cucchiaino d’olio ossia 45 Kcal.

Se in una giornata dovete consumare 20 g di olio per condire, potrete utilizzare 40 spruzzi, se in ogni caso sui fornelli o in tavola utilizzate il cucchiaio e il cucchiaino avrete la certezza di consumare una o più porzioni esatte.
Qui sotto, nelle tabelle, sono indicate le porzioni e le unità di misura pratiche per aiutarci a “fare senza bilancia”!

Primo piatto

Chi è esperto in cucina è sempre in grado, a occhio, di valutare le quantità degli alimenti; se deve preparare 4 porzioni di spaghetti da 80 g ciascuna  li stringe nella mano e ne valuta la circonferenza. Chi è meno pratico dovrà invece pesare gli alimenti una volta o due per osservare il volume che poi utilizzerà come unità di misura in seguito:

  • Per la pasta corta, riso, orzo, farro, pasta fresca e ripiena, mettete l’alimento pesato in una scodella e valutate il volume che è servito per riempirla  oppure prendete un pugno di alimento, pesatelo e per il futuro saprete quanto alimento contiene il vostro pugno.
  • La verdura apporta pochissime calorie e può essere consumata liberamente e in quantità abbondanti, anche oltre la porzione  prevista a pasto, ma sempre facendo attenzione ai condimenti.
  • Per la frutta il modo migliore è valutare il volume del frutto con il peso (una mela grande ha un certo volume e pesa circa 180 g, quindi ne serviranno 2 piccole per ottenere circa quel volume) oppure contare i frutti quando sono di piccole dimensioni (pesare un certo numero di ciliegie o di acini d’uva ecc..) così avrete un chiaro termine di riferimento numero/peso. Ricordate che non bisognerebbe superare la quantità di tre frutti al giorno di medie dimensioni, pari a circa 400 g. La frutta secca è sempre bene pesarla o contarla nel caso di mandorle o simili.
  • Per il pane occorre sapere che il peso dipende molto dalla levitazione ed anche dalla mollica contenuta che è solitamente più pesante della crosta, pertanto la stessa dimensione di un panino o di una fetta di pane rispetto ad un altro sottoposto a lavorazione differente può avere un peso molto diverso. Perciò è bene valutare il peso e il volume corrispondente ad ogni tipo di pane ricordando anche che quello condito, e/o con semi, pesa di più di un panino comune delle stesse dimensioni (oltre ad essere più calorico per via del grasso utilizzato) e che il pane integrale o di farine differenti dalla bianca di frumento pesano sempre di più.

Secondo piatto

Più libera l’assunzione dei secondi piatti, perché di fatto una porzione un po’ più abbondante di pesce o carne magra non incide molto sull’apporto calorico giornaliero. Pesate sempre tutto a crudo, prima di eventuali impanature, e come per gli altri alimenti valutate il volume corrispondente.

  • Fate più attenzione a paragonare il peso dei formaggi con il volume corrispondente, per i grattugiati come il Grana Padano DOP ricordate che un cucchiaio colmo pesa 10 g.
  • Più attenzione richiedono i salumi in quanto è più difficile paragonare il volume al peso per via dello spessore in cui è tagliata la fetta di prosciutto cotto o crudo, speck, bresaola o arrosto di pollo e tacchino.

I condimenti sono la parte del pasto a cui dobbiamo prestare maggiore attenzione per varie ragioni una tra tutte è che generalmente sono composti da diversi ingredienti perciò nelle tabelle che seguono non sono riportati, perché non esiste una porzione standard ma debbono essere valutati come apporto calorico giornaliero. Si tenga comunque presente che:

  • Un cucchiaio di maionese raso pesa 7g e colmo 18; un cucchiaio di panna da cucina pesa 10g, una confezione alberghiera di burro 10g, il peso di strutto o  lardo varia a seconda della quantità di acqua contenuta.

Invece gli oli hanno un peso specifico sempre uguale pertanto è possibile stabilire una unità di misura pratica.

Tabelle quantità per porzione

Estratto da:
LARN – STANDARD QUANTITATIVI DELLE PORZIONE
IV revisione - 2014
Le porzioni si riferiscono all’alimento crudo, fresco o scongelato e al netto degli scarti

Una porzione di
ALIMENTO

QUANTITA'

UNITA' DI MISURA PRATICA

Latte e derivati, carne, pesce, uova

Yogurt

125 g 1 vasseto
Latte 125 ml

1 bicchiere piccolo o ½ tazza media

Formaggi freschi:
crescenza, mozzarella,
ecc.

100 g

1 mozzarella piccola

Formaggi semi-stagionati
pecorini, caciotte ecc.

100 g

Formaggi stagionati come
Pecorino Romano, Grana Padano

50 g

Grana Padano grattugiato

10 g

un cucchiaio da cucina

Carne fresca o scongelata
rossa: bovina, suina,
ovina equina

100 g

1 fettina, 1 svizzera (hamburger),
4-5 pezzi di spezzatino, una salsiccia media

Carne fresca o scongelata
bianca: pollo, tacchino,
altri volatili, coniglio

100 g

1 fetta di petto di pollo o tacchino,
1 piccola coscia di pollo

Carni conservate: salumi
insaccati e non insaccati

50 g

3-4-fette medie di prosciutto cotto o crudo,
5-6 fette di salame o bresaola,
2 fette medie di mortadella

Pesce fresco o scongelato

150 g

1 piccolo pesce,
1 filetto medio

Molluschi e crostacei,
freschi o scongelati

150 g

3 gamberoni,
20 gamberetti,
25 cozze

Pesce e molluschi conservati

50 g

1 scatoletta piccola di tonno sott’olio o in salamoia,
4-5 fette sottili di salmone affumicato,
½ filetto di baccalà

Uova

50 g

1 uovo medio

Legumi

Legumi freschi o
in scatola sgocciolati

150 g

mezzo piatto, una scatola piccola

Legumi secchi

50 g

3-4 cucchiai da cucina

Cereali e derivati, tuberi

Pane

50 g

1 piccolo panino, 1 piccola rosetta vuota,
½ ciabattina/francesino/ferrarese,
1 fetta da pagnotta toscana, 1/5 di baguette

Pasta di semola, riso,
mais in grani, farro,
orzo, ecc.

80 g

circa n. 50 penne o fusilli medi,
4 cucchiai di riso/farro/orzo,
6-8 cucchiai di pastina di semola

Pasta fresca all’uovo:
Tagliatelle, tagliolini,
fettuccine, maltagliati

100 g

Pasta ripiena: Ravioli,
tortellini, agnolotti

125 g

Gnocchi di patate
70% patate 30% farina 00

150 g

Cous-cous, semolino

50 g

Fette biscottate, grissini,
crakers, friselle, tarallini,
ecc.

30 g

3-4 fette, 1 pacchetto di crakers,
1 frisella, 3-4 tarallini

Brioche, cornetto,
croissant

50 g

1 pezzo medio vuoto (senza ripieno)

Biscotti

30 g

2-3 biscotti frollini, 4-5 biscotti secchi

Cereali per la colazione

30 g

6-8 cucchiai di fiocchi di mais,
5-6 cucchiai di altri cereali in fiocchi più pesanti,
3 cucchiai di muesli

Patate

200 g

2 piccole patate

Verdure e ortaggi

Insalate a foglia

80 g

1 scodella colma,
una ciotola grande da 500 ml

Verdure e ortaggi

200 g

2-3 pomodori, 3-4 carote,
1 peperone, 1 finocchio, 2-3 zucchine,
7-10 ravanelli, 1-2 cipolle, ecc.
Se cotta ½ piatto di spinaci, bieta, broccoli,
cavolfiore, melanzane, ecc.

Frutta

Frutta fresca

150 g

1 frutto medio: mela, pera, arancia, ecc.
2-3 frutti piccoli: albicocche, prugne mandarini

Frutta secca in guscio

30 g

6-7 noci, 10-20 mandorle o nocciole,
3 cucchiai rasi di arachidi o pinoli o
semi di girasole, ecc.

Frutta secca zuccherina

30 g

3 albicocche-fichi secchi-datteri,
2 cucchiai rasi di uvetta,
2 prugne secche, ecc..

Grassi da condimento

Olio extravergine di oliva
o di semi

10 ml

1 cucchiaio da cucina,
2 cucchiaini

Bevande analcolich e

Spremute, succhi di frutta

200 ml

1 bicchiere medio da acqua

Tè freddo, infusi,
acque aromatizzate

200 ml

1 brik o bottiglietta

Bevande non alcoliche

330 ml

1 lattina

Tè caldo

250 ml

1 tazza media

Caffè

30 ml
50 ml

1 tazzina caffè espresso
1 tazzina caffè tipo moka

Bevande alcoliche
Vino 125 ml

1 bicchiere da vino piccolo

Birra 330 ml

1 lattina

Vermouth, porto, aperitivi

75 ml

1 bicchierino da vermouth

Superalcolici

40 ml

1 bicchierino da superalcolico

Dolciumi

Zucchero di tutti i tipi

5 g

un cucchiaino medio raso

Miele e marmellata

20 g

2 cucchiaini medi colmi

Torte, dolci al cucchiaio,
gelati

100 g

1 coppetta,
1 fetta

Snack, barrette, cioccolato

30 g

1 barretta/snack