Lo sapevi che l’amaro dopo i pasti non fa digerire?

Indice

È vero che il sapore amaro dato da alcune erbe contenute nei liquori può dare la sensazione di favorire i processi digestivi. Non a caso, gli amari serviti generalmente a fine pasto vengono chiamati anche “digestivi”. In realtà, queste erbe possono aiutare la digestione solo se consumate in altro modo (es. in infusi, tisane, etc.). L’elevata quantità di alcool contenuta in questi liquori, nonché superalcolici (in alcuni supera anche i 70 gradi alcolici), rallenta lo svuotamento gastrico e non aiuta il sistema digestivo.

  • L’alcool è una molecola contenuta in tutte le bevande alcoliche (birra, vino, cocktail, liquori, etc.). La gradazione alcolica esprime la quantità percentuale di alcool rispetto al volume della bevanda: negli amari, o digestivi, è di solito compresa tra 15 e 55 gradi.
  • L’alcool apporta circa 7 kcal per grammo, una quantità decisamente maggiore rispetto a proteine e carboidrati, che apportano invece 4 kcal per grammo. Inoltre, a differenza di tutti gli altri macro e micronutrienti, l’alcool contiene solo calorie vuote, cioè energia che non apporta nessuna sostanza nutritiva al nostro organismo. Le bevande alcoliche, oltre alle calorie vuote provenienti dall’alcool, contengono anche molti zuccheri, che si sommano alle calorie fornite dagli alimenti e contribuiscono all’aumento di peso e alla produzione di notevoli quantità di radicali liberi. Se vuoi rallentare l’invecchiamento precoce ed avere un’età biologica inferiore a quella anagrafica devi evitare di eccedere con gli alcolici, possibilmente rinunciando ai superalcolici, e mangiare cibi ricchi di antiossidanti. Iscriviti a questo programma completamente gratuito per scoprire quali sono gli alimenti più ricchi di antiossidanti e di nutrienti protettivi, oltre a gustose ricette per prepararli.
  • Se assunto in quantità eccessive, l’alcool può causare numerosi effetti dannosi al nostro corpo, come l’alterazione della funzionalità del fegato, l’infiammazione delle pareti dello stomaco e dell’intestino, l’aumento della glicemia e dei trigliceridi nel sangue, il rischio di dipendenza (alcolismo), la riduzione dello stato di attenzione e vigilanza, con conseguente aumento del rischio di incidenti stradali (è assolutamente vietato mettersi alla guida dopo aver bevuto alcool!), tremori, interazione con svariate terapie farmacologiche e anche aumento del rischio di tumori.
  • Non è scientificamente provato il meccanismo tramite il quale gli amari conferiscano una miglior digestione. Un possibile ruolo è attribuibile alle erbe “digestive” contenute in alcuni amari (es. foglie di carciofo, liquirizia, anice, fiori di sambuco, menta, etc.), ma tali erbe possono comunque essere assunte in forma di tisane o infusi (preferibilmente non zuccherati), svolgendo le proprie funzioni di aiuto alla digestione senza gli effetti collaterali dell’alcool.

Consiglio:

Se desideri consumare bevande alcoliche, fallo con moderazione, preferibilmente durante i pasti. Fra tutti gli alcolici, preferisci quelli a basso tenore alcolico, come vino e birra.
Se sei un uomo, puoi bere massimo 2 calici di vino da 125 ml oppure 2 lattine di birra da 330 ml al giorno. Se sei una donna, puoi bere massimo 1 calice di vino o 1 lattina di birra al giorno.

Collaborazione scientifica:
Dr.ssa
Erica Cassani, medico specializzato in Scienze dell’Alimentazione.