10 mosse per avere una bella pelle dopo i 50 anni

Menopausa e pelle

Per difenderci dall’azione dei radicali liberi, nemici numero uno dell’invecchiamento cutaneo, la nostra alimentazione quotidiana deve essere equilibrata e varia. È fondamentale mangiare tutti i giorni alimenti naturalmente ricchi di antiossidanti, cioè sostanze necessarie per i meccanismi di difesa utilizzati dal nostro organismo.

  • Quali sono i cibi più ricchi di antiossidanti? Frutta e verdura!

Per fare il pieno di antiossidanti dovresti consumare tutti i giorni 3 frutti freschi e almeno 1-2 porzioni di verdura a pasto, preferibilmente di stagione. La frutta è meglio mangiarla cruda e con la buccia, se commestibile e ben lavata, poiché è la parte che contiene più antiossidanti. Anche le verdure andrebbero consumate crude oppure cotte a vapore nel minor tempo possibile per non perdere tutti i loro buoni nutrienti. Varia il più possibile la qualità e i colori di frutta e verdura per introdurre più antiossidanti.

  • La vitamina C svolge un ruolo fondamentale nella crescita e nella riparazione dei tessuti, inoltre è coinvolta nella sintesi del collagene, la cui riduzione comporta la formazione di rughe e il rilassamento cutaneo. Buone dosi di vitamina C si trovano nei pomodori, nei peperoni e nei broccoli crudi, negli agrumi, nei kiwi e nelle fragole.
  • La vitamina A è un potente antiossidante in grado di favorire la sintesi dei componenti della pelle che ne mantengono l’integrità, l’elasticità e l’idratazione. Questa vitamina si trova soprattutto nella frutta e verdura di colore giallo-arancio e in alcuni alimenti di origine animale, come il Grana Padano DOP (56 µg in 25 g). Questo formaggio è il più ricco di calcio tra quelli comunemente consumati, un minerale preziosissimo per la salute della donna in menopausa, inoltre apporta tante proteine ad alto valore biologico (inclusi i 9 aminoacidi essenziali), vitamine importanti come B2, B12 e minerali antiossidanti come zinco e selenio. Utilizza 1-2 cucchiai di grattugiato per condire primi piatti, minestre e passati di verdure anche al posto del sale.
  • La vitamina E è anch’essa un formidabile antiossidante e quindi una grande alleata per combattere i radicali liberi. Si trova soprattutto nei grassi, come l’olio d’oliva, gli oli monoseme, la frutta secca a guscio (es. noci, nocciole, mandorle) e i semi, quali semi di lino, di girasole, di sesamo, di zucca, etc.

Per avere una pelle morbida e lucente abituati a bere ogni giorno almeno 2 L di liquidi (acqua, tè, tisane o infusi senza zucchero) che, insieme al giusto consumo di frutta e verdure fresche, permettono di prevenire stati di secchezza e desquamazione cutanea, inoltre aiutano la diuresi favorendo l’eliminazione di tossine e metaboliti cellulari dannosi. Evita invece le bevande alcoliche: quantità eccessive di alcool producono una disidratazione profonda dell’organismo, accelerano la couperose (lesione cutanea tipica del volto), producono tanti radicali liberi e invecchiano velocemente non solo la pelle, ma l’intero corpo.

Una corretta esposizione solare è indispensabile per sintetizzare la vitamina D, minerale essenziale per le ossa. Tuttavia, stare troppo tempo al sole, soprattutto nelle ore più calde e senza l’uso di creme protettive, danneggia e invecchia la nostra pelle. Le macchie senili, in particolar modo, risentono maggiormente di un’esposizione solare non corretta. Anche se il tumore della pelle (melanoma) e la comparsa di rughe dipendono principalmente dalla quantità di sole ricevuta in giovane età, ricorda di proteggere ogni giorno la tua pelle con una crema viso di qualità (con SPF). Ricorda che, con il passare del tempo, la tua soglia naturale di protezione dal sole può diminuire e potresti quindi aver bisogno di una protezione maggiore.

  • Quanto sole per sintetizzare la vitamina D senza danneggiare la pelle?

In estate, tra le 11:00 e le 16:00, bastano 5-10 minuti al giorno senza protezione solare, trascorsi i quali è assolutamente necessario mettersi la crema. In inverno, invece, bisogna esporre più pelle possibile al sole (viso, mani) e utilizzare le dovute precauzioni se si va in montagna, dove scottarsi è più facile poiché l’atmosfera diminuisce e le radiazioni solari sono maggiori. Inoltre, la neve riflette i raggi UV intensificandone la potenza (effetto specchio).

I fitoestrogeni, cioè sostanze vegetali che svolgono una funzione ormonale simile a quella degli estrogeni prodotti dal corpo umano, possono offrire un valido aiuto alle donne in menopausa. Questi “estrogeni naturali” aiutano infatti a prevenire e a ritardare i sintomi della menopausa, tra cui pelle secca e meno tonica. Tra i principali alimenti che contengono fitoestrogeni vi sono la soia e i suoi derivati. Chiedi consiglio a un medico esperto in Scienze Alimentari.

Lo stress può rendere la pelle della donna più secca e sensibile. Cosa c’è di più stressante di un sonno poco ristoratore? Dormire a sufficienza, circa 7-9 ore a notte, aiuta la tua pelle ad avere un aspetto più fresco e rilassato. Un buon sonno può aiutare a prevenire le occhiaie e le borse sotto agli occhi, migliorando lo stato generale della pelle. Se hai difficoltà a dormire o soffri di insonnia, segui i consigli di questo articolo.

Quando la cute diventa più secca e sensibile, l’utilizzo del giusto detergente e di una crema idratante specifica, da applicare soprattutto su viso, collo e decolleté, può aiutare a combattere le rughe più sottili e il rilassamento della cute, portando la pelle ad avere un aspetto più luminoso e sano. Prima di utilizzare cosmetici specifici per la cura della pelle è però bene che tu ti rivolga a un medico dermatologo, che può consigliarti prodotti esfolianti per eliminare le cellule morte della pelle, prodotti schiarenti per aiutare a sbiadire le macchie solari e altro ancora. Non basarti solo sulle pubblicità o sul passaparola: ognuno ha esigenze diverse.

Il dorso delle mani può diventare più secco, perdere collagene e grasso sottocutaneo durante la menopausa. Questo può rendere la pelle più sottile, rugosa e le vene più evidenti, quasi a far sembrare la tua pelle trasparente. Per ridurre questi inestetismi proteggi le mani dal sole usando spesso una crema idratante con un fattore di protezione solare (SPF). Se fai le pulizie di casa o lavori di giardinaggio, usa dei guanti per non esporre la pelle delle mani a sostanze che possono indebolirla e rovinarla.

L’esercizio fisico aerobico, moderato ma regolare, può aiutare la tua pelle in vari modi:

  • allevia lo stress, soprattutto lo yoga accompagnato da tecniche di meditazione è un’attività mirata per il rilassamento fisico e psichico;
  • aumenta la circolazione sanguigna, che può rallentare con l’età, ma che risulta fondamentale per far apparire la pelle più luminosa e sana garantendo la giusta ossigenazione dei tessuti;
  • tonifica tutti i muscoli del corpo, aiutando a mantenere la giusta tonicità anche a livello della pelle.

Ricorda di svolgere non meno di 150 minuti settimanali di esercizio fisico, ottimali 300 minuti.

Le centinaia di sostanze chimiche che si inalano fumando sigarette (es. ammoniaca, nicotina, catrame, metalli, etc.) rovinano e invecchiano la pelle. Molti studi hanno inoltre dimostrato come il fumo di tabacco può essere uno tra i possibili cofattori di molte malattie della pelle: acne del fumatore, psoriasi volgare, pustolosi palmoplantare e tante altre. Per mantenere una pelle sana e ridurre le rughe, evita il fumo attivo e passivo.

Supervisione Scientifica
Dott.ssa Laura Iorio, medico specializzato in Scienze dell’Alimentazione.