Il bambino con la diarrea deve digiunare o mangiare in bianco?

Indice

La diarrea è un disturbo che consiste nell’emissione di feci liquide o poltacee , con un aumento della frequenza delle evacuazioni . È da considerarsi una patologia quando le evacuazioni giornaliere sono superiori a 4-5, se si associa a un calo dell’appetito, a vomito , dimagrimento, mancato accrescimento o se vi è del sangue nelle feci ( diarrea acuta ). Se il piccolo presenta segni di disidratazione (es. labbra secche, lingua bianca o asciutta, assenza di lacrime, urine molto gialle e in scarsa quantità, etc.), è opportuno rivolgersi tempestivamente al pediatra o, se indisponibile, al pronto soccorso . La diarrea è molto frequente nei bambini ed è un sintomo tipico delle infezioni gastrointestinali causate da virus (es. virus influenzali ), da agenti batterici, uso di antibiotici o infezioni alimentari. Quando il bambino ha la diarrea, molte mamme adottano una cura basata su digiuni prolungati o diete “in bianco” per evitare di appesantire l’apparato digerente: niente latte , yogurt , formaggi , alimenti solidi e soprattutto quelli con maggior valore energetico. Tuttavia, in questi casi, digiunare, mangiare meno o in bianco non è necessario , né tantomeno raccomandabile . La Società Europea di Gastroenterologia, Epatologia e Nutrizione Pediatrica ( ESPGHAN ) consiglia infatti una veloce reidratazione e suggerisce di riprendere l’equilibrata alimentazione a seconda dell’appetito del bambino. Pertanto, la convinzione che con la diarrea il bambino debba digiunare o mangiare in bianco è priva di fondamenta scientifiche .

La verità scientifica:

  • Soluzione reidratante orale
    Quando il bambino ha la diarrea, la prima e più importante terapia consiste in un’appropriata reintegrazione di liquidi poiché, soprattutto nei neonati, le infezioni intestinali possono causare più facilmente disidratazione. È consigliabile pertanto assumere delle soluzioni reidratanti orali (SRO) da diluire nell’ acqua , molte delle quali disponibili come prodotti da banco. Salvo un diverso parere del pediatra, il dosaggio è di 50-100 ml fino a 2 anni d’età, 100-200 ml da 3 a 9 anni per ogni kg di peso corporeo del bambino ogni 24 ore. La SRO va ripartita in più somministrazioni al giorno, a piccoli sorsi, preferibilmente dopo ogni scarica diarroica, stando però attenti a non superare i 100 ml ogni 20 minuti .
  • Riprendere l’equilibrata alimentazione
    Secondo le linee guida dell’ESPGHAN, digiunare o ridurre drasticamente l’alimentazione del bimbo credendo di agevolare la guarigione della diarrea non è necessario. Anzi, la consueta alimentazione del bambino deve essere proseguita o ripresa, in base al suo appetito, entro 4-6 ore dall’inizio della terapia reidratante. È stato infatti dimostrato che l’ equilibrata alimentazione consente un recupero del peso più rapido, senza peggiorare il decorso della diarrea. Al contrario, un ridotto apporto nutrizionale ne ritarda la guarigione.
  • Dieta per diarrea nel bambino
    Il bimbo con la diarrea dovrebbe evitare le bevande e i cibi che contengono molti zuccheri e grassi , come merendine, biscotti e succhi di frutta , poiché questi alimenti possono peggiorare il disturbo. È opportuno limitare temporaneamente gli alimenti che apportano molte fibre ( frutta , verdura , legumi , cibi integrali , etc.) poiché possono aumentare le scariche diarroiche, mentre dovrebbero essere privilegiati i cibi ricchi in amidi (patate, riso consumato con la sua acqua di cottura, etc.). Quantità eccessive di lattosio possono aumentare la diarrea, perciò è preferibile scegliere latte e yogurt delattosati oppure formaggi come il Grana Padano DOP, che è naturalmente privo dello zucchero del latte (lattosio). Questo formaggio è ricco di calcio , proteine ad alto valore biologico con i 9 aminoacidi essenziali, vitamine fondamentali per la crescita come la B2 , la B12 e la A e minerali antiossidanti come zinco e selenio . Già dal primo anno d’età, Il Grana Padano DOP può essere utilizzato per insaporire le pappe al posto del sale.

Ricorda:

La corretta ed equilibrata alimentazione non va mai interrotta, neanche in caso di diarrea.


Collaborazione scientifica

Dott.ssa Carolina Poli,
dietista specializzata in Alimentazione e Nutrizione Umana.

Avvertenze

Tutte le raccomandazioni e i consigli presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo educativo ed informativo e si riferiscono al tema trattato in generale, pertanto, non possono essere considerati come consigli o prescrizioni adatte al singolo individuo, il cui quadro clinico e condizioni di salute possono richiedere un differente regime alimentare. Le informazioni, raccomandazioni e i consigli sopracitati non vogliono essere una prescrizione medica o dietetica, pertanto il lettore non deve, in alcun modo, considerarli come sostitutivi delle prescrizioni o dei consigli dispensati dal proprio medico curante.