Le guaine dimagranti bruciano i grassi in eccesso

Eliminare i chili in eccesso, snellire i fianchi e il girovita sono un desiderio comune a molte donne e uomini che, per raggiungere l’obiettivo, si affidano spesso a guaine “dimagranti”. Si tratta di fasce addominali, panciere o pantacollant di varia lunghezza realizzati generalmente in materiale elastico, come poliestere, nylon o gomma sintetica, che, avvolgendo la zona del corpo interessata, fanno sudare e perdere molti liquidi, promettendo un effetto dimagrante o brucia grassi. Il nostro corpo è composto principalmente da acqua (circa il 60-70%), è perciò indubbio che la perdita di liquidi favorisce il calo di peso, si arrivano a perdere anche 1 o 2 chili a settimana, che poi però riprendiamo con la normale reidratazione. Tuttavia, nei casi di sovrappeso od obesità ciò che è necessario ridurre è la massa grassa, cellule adipose che non si riducono affatto perdendo liquidi. Pertanto, la convinzione che usare guaine dimagranti sia un buon metodo per dimagrire e bruciare i grassi in eccesso è priva di basi scientifiche.

La verità scientifica:

  • Sudore e perdita di peso
    Come detto, il peso certamente diminuisce se togliamo acqua al nostro organismo, ma questa condizione è solo momentanea: il nostro corpo reintegrerà la perdita di peso trattenendo i liquidi che torneremo successivamente ad introdurre con l’equilibrata alimentazione, bevendo acqua o mangiando frutta e verdura. Se così non fosse, la sudorazione produrrebbe una cospicua perdita di minerali elettroliti, causando una grave disidratazione. Sudare in modo eccessivo non conduce ad alcuna diminuzione di grasso, ma può invece provocare astenia, crampi muscolari e cali di pressione improvvisi che possono anche indurre lo svenimento. Dopo un’eccessiva sudorazione è buona regola bere abbondante acqua e mangiare alimenti idratanti, come frutta e verdura, per reintrodurre correttamente tutti i liquidi e i micronutrienti essenziali persi.
     
  • Bruciare i grassi in eccesso
    Per perdere i chili di troppo in modo sano e funzionale bisogna agire sul tessuto adiposo. È quindi opportuno conoscere la propria percentuale di massa grassa: misurala gratuitamente e velocemente con questo semplice strumento. Per bruciare il grasso superfluo occorre non introdurre più calorie di quelle che effettivamente consumiamo, ridurre gli zuccheri in eccesso (zucchero aggiunto a cibi e bevande, dolci, etc.) che, se non utilizzati dal corpo, si trasformano in grassi, oltre che svolgere una regolare attività fisica (ottimali 300 minuti a settimana, minimo 150 minuti), alternando esercizi aerobici e anaerobici. Per conoscere le calorie di cui hai bisogno quotidianamente puoi iscriverti a questo programma di controllo del peso, che ti fornirà gratis gustosi menu della tradizione mediterranea costruiti ad hoc per le tue calorie giornaliere. Se preferisci non mangiare carne né pesce, prova la versione latto-ovo-vegetariana. Unendo l’esercizio fisico costante a una dieta sana, varia ed equilibrata in nutrienti e calorie sarà più facile raggiungere il proprio peso forma e bruciare i grassi in eccesso.

Ricorda:
La perdita di liquidi non equivale alla perdita di grassi in eccesso.

Collaborazione scientifica Dott.ssa Erica Cassani, medico specializzato in Scienze dell’Alimentazione.